A lezione di bellezza

Il miglior modo di apparire attraenti?
È quello di esserlo veramente

A lezione di bellezza è un format di seminari e webinar che introduce alle tematiche della psicologia estetica quale strumento per comprendere e dare risposta al bisogno/desiderio di bellezza e benessere  di ogni individuo. 

Obiettivi formativi

1) L’acquisizione di una cornice teorica coerente che renda comprensibili gli aspetti psico-emozionali del bisogno estetico/cosmetico.

2) Il miglioramento del rapporto tra operatore estetico e cliente/paziente e della capacità di comunicare la dimensione estetica in modo effettivo ed efficace.

 

Moduli

1 – La bellezza in tutti i ‘sensi’

– Di che cosa parliamo quando parliamo di bellezza?

– Che cos’hanno in comune psicologia ed estetica?

– Psicologia estetica: definizione, metodi, orientamenti

– Il linguaggio sensoriale come fondamento dell’estetica

– Istinti, bisogni, motivazioni: il lato inconscio della bellezza

– La memoria olfattivo-affettiva

– Le emozioni, i colori dell’anima

– Per un’estetica del con-tatto: il massaggio

– La ricerca individuale e sociale di armonia e bellezza

– Il giudizio estetico: nascita ed evoluzione di un paradigma

– I canoni estetici: immagine corporea e valore sociale

– Intelligenza estetica: l’arte di essere, mostrarsi, risplendere

 

2 – dalla pelle dermatologica all’Io–pelle

– Che cosa sappiamo della pelle?

– La pelle come involucro biopsichico

– Dalla pelle dermatologica all’io-pelle

– L’identità psico-cutanea: la pelle ‘abitata’

– La pelle, luogo del desiderio: differenziazione e richiamo sessuale

– Psicoaging: quando la mente invecchia prima della pelle

– Il contatto pelle a pelle: relazione e cura

– Unghie e capelli: l’importanza psicologica degli annessi cutanei

– Quando la pelle comunica il disagio: gli inestetismi cutanei

– I problemi della pelle: un modello di terapia integrata

 

3- la comunicazione in ambito estetico

– La comunicazione: un ponte tra l’operatore estetico e il cliente:

– Corpo chiuso, corpo aperto, corpo del desiderio: il linguaggio del corpo

– Come si legge una faccia?

– Il volto, il grande comunicatore

– I vincoli biologici del comportamento estetico: temperamento, personalità, carattere

– Competenti o confidenti?

– Ascolto attivo e modelli di comunicazione

– Magia e limiti della parola

– Gli errori di comunicazione più comuni in ambito estetico

– Comunicare bellezza in modo effettivo ed efficace

 
 

4 – la presentazione sociale

– La presentazione sociale tra status, espressione e mimesi

– Dall’immagine del corpo all’estetosfera

– L’identità sociale al tempo della chirurgia estetica

– Psicologia del ‘look’: il linguaggio segreto delle forme e dei colori

– Abbigliamento, moda, cosmesi: la persona come attore sociale

– Perché ci vestiamo come ci vestiamo?

– Cosmesi: armonizzazione o trucco?

– L’abito fa il monaco? Il quoziente estetico

 

5 – Ammalarsi di bellezza: il supporto medico e psicologico in ambito estetico
Modulo riservato a medici e psicologi

-Di che cosa si occupa un esperto in psicologia estetica?

-Corpo, psiche, estetica: i fantasmi del desiderio

-Schema corporeo e immagine del corpo

-Corpo madre, corpo padre, corpo società: il corpo come dialogo

-Le maschere estetiche: i giocattoli dell’Io

-Immaginario estetico e desiderio mimetico

-Standard di bellezza e mitologie del corpo

-Il corpo come sintomo

-Quando l’estetica non fa rima con benessere

-I comportamenti nevrotici in ambito estetico

-La colpa di non essere fisicamente come si vorrebbe: body shame

-Patologie del desiderio: gli inestetismi dell’anima

-La morfomania: la perfezione estetica a tutti i costi

-Dalla dismorfofobia alla santa anoressia: le psicopatologie in ambito estetico

-La chirurgia estetica: Dio ti ha dato una faccia e tu te ne fai un’altra?

– Requisiti di un rapporto di sostegno in ambito estetico

-Gli strumenti operativi e i metodi della psicologia estetica
(estetogramma, mindcolortest, pruning, bridging, imagomorfosi)